.
Annunci online

Una sigaretta con d'IO
Senza titolo
post pubblicato in diario, il 21 giugno 2015




Non ti verrà perdonato facilmente sederti da solo a un tavolo.
Perché non è così che funziona. Con chi credi di poter perdere tempo, fare una risata, dirsi delle cose, (Aspetta che riscrivo "dirsi-delle-cose") brindare, cercare un motivo per, se non hai nessuno di fronte?
Sei da solo a un tavolo e la gente che hai intorno ti guarda, aspetta con te. "Adesso arriva". Perché tu, stai aspettando vero? La gente ti guarda, fattene una ragione.
Ordini il primo bicchiere di vino, tiri fuori un quaderno, ti osservo.
Siamo in tanti qui a farlo.
Il cameriere dice: "Vuole già ordinare?". 
Vino rosso, un piatto di formaggi, trovi la penna che credevi di avere dimenticato.
Così, mentre sono tutti impegnati a occupare il tempo, tu scrivi, guardi quel pezzo di cielo che si intravede da sotto gli alberi, nel dehor di un ristorante circondato da ortensie azzurre; le mie preferite.
Il chiacchiericcio sembra un ronzio, c'è il rumore delle macchine e qualche rosa resiste al caldo di fine giugno.
Tutto scorre, anche la penna su quei fogli a quadretti piccoli. E me la ricordo bene la differenza con quelli a quadretti grandi: sprechi lo spazio.
Deve essere cosi' che funziona: non sappiamo cosa farcene di tutto quello spazio e alla fine, lo sprechiamo più volte andando a capo. Tu forse no.
A te non succedeva alle elementari? Credo sia li' che si prenda confidenza con la logica, quella amica che non ha nulla a che fare con la matematica. La cugina della musica che mette tutto in disaccordo, la matematica. I numeri, i calcoli, le moltiplicazioni.
Esageriamo, aggiungi del sale, non metterne affatto.
"Perché non hai fame?". Che domande stupide fa chi crede di conoscerti. Gli sconosciuti sembrano sempre capire di più. Sono più vicini alla logica, ma per poco tempo. 
Ma cosa ti racconto da qui mentre ti vedo con il capo chino e noi non esistiamo più. Non facciamo più rumore, ma rimaniamo necessari. Altrimenti, dimmi la verità, perché saresti venuto in un luogo così affollato?
Quanti fantasmi ci sono a casa tua? 
Ma sei a posto, sembra che ti piaccia chi non hai di fronte. Suona il telefono, non rispondi.
Hai da fare.
Lo capisco, sul serio.
E me ne vado.
Nu ghe n'è.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 5347

permalink | inviato da Franciccina il 21/6/2015 alle 23:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia maggio        luglio
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv