.
Annunci online

Una sigaretta con d'IO
A qualcuno serviva
post pubblicato in diario, il 16 luglio 2014


Dipende dal quartiere.
Gli odori, i vicini, la luce, il numero dei "ciao" solo pensati.
Nel mio quartiere Genova e' solo paesaggio e rumore di navi, aerei che tra poco atterrano, la lanterna quasi vicina.
I cinesi tornano a casa tardissimo.
Qui nessuno muore di fame, credo. Il soffritto con aglio ai primi piani, con cipolla più in alto. Forse mixano anche. Peperoncino, paprika e nonsocosasia ti portano dritti a casa degli indiani. Loro non amano dare confidenza, ma dai loro piatti non si direbbe.
La minestrina ore 18 non manca mai, nemmeno d'estate. A cucinarla sono più di uno/una. Il pollo fritto e' specialità della parte centrale del Sud America: Ecuador, Perù. Un giorno busso alla porta con una bottiglia di bianco, lo giuro.
Comunque, dipende dal quartiere.
Per non avere odori bisogna aspettare l'alba, ma anche alle sei del mattino ci trovi qualcosa. L'estate, per esempio.
L'asfalto che rilascia uno strano profumo di caldo, di neonato sudato, erbaccia secca misto fiori quasi morti. Una miscela rassicurante.
Forse per fuggire agli odori sono meglio le 4 del mattino. L'aria si raffredda, le macchine sono pochissime, il porto e' un fantasma e i gelsomini non profumano. 
La mappa dei profumi del mio quartiere porta in ogni paese del mondo. Ci incontriamo ogni giorno, a orari diversi, qualcuno saluta, qualcuno lo fa con il pensiero. Qualcuno non vuole affatto. Ma so più o meno cosa sta cucinando qualche ora dopo.
Qui basta una canzone.
Oggi ho avuto conferma di cosa significhi avere "il cielo in una stanza". Perché nella mia stanza entra il cielo veramente. Che tu stia in piedi o sdraiata sul letto lui entra, esce e si porta via tutto.


"Questa stanza non ha più pareti, ma alberi"...

Che i muratori in pausa pranzo, con i loro panini senza odore hanno iniziato a cantare. Anche la signora del soffritto con cipolle, veramente.
Non lo so cosa avranno pensato gli altri. Se andava bene al sud America, se la Cina avrebbe preferito invadere e se il Marocco ha apprezzato. Non so se la Romani ha capito bene il testo e vale anche per la Russia e l'India. Credo che la Polonia, che vive al primo piano, abbia capito. O forse ha aperto la finestra per il caldo.
L'Italia cantava, questo e' sicuro.
Allora sono uscita lasciando acceso il giradischi. Perché a qualcuno, forse, serviva.


https://m.youtube.com/watch?v=XWYHo7Fnn7A


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. a qualcuno serviva

permalink | inviato da Franciccina il 16/7/2014 alle 16:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia giugno        agosto
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv