.
Annunci online

Una sigaretta con d'IO
HO FUMATO UNA SIGA CON d'IO
post pubblicato in diario, il 16 novembre 2009


 




E' nella notte checattolici, poeti e folli trovano conforto.
I primi per poter recitare la preghiera di fine giornata; quella che, fin da subito, sembra lavarti di dosso l'odore del senso di colpa. I secondi, invece, per potersi perdere nel buio. Legano strette, strette le loro domande e ne fanno un unico punto interrogativo. Un immenso quesito esistenziale che, come spesso accade, ritrovi stampato sulle pagine di un libro, sfogliato per caso, alla Feltrinelli. Per ultimo ci sono i folli. Quelli che finchè non muoiono sono considerati sbandati. Quelli che spesso parlano troppo. Dicono ciò che pensano in ogni momento. Si lasciano deridere senza difendersi e hanno d'io che, ogni sera, gli scrocca una sigaretta.
Sfoglia agosto        dicembre
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv