.
Annunci online

Una sigaretta con d'IO
Colpevoli e chinotto a colazione
post pubblicato in diario, il 18 gennaio 2012





                                                 http://youtu.be/F1xvc55Q2Ws





C'è fame di colpevoli.
Il panino al prosciutto cotto non basta più. Pasti leggeri per non addormentarsi in cantiere, sulla scrivania, sul sedile del bus. Mettiamoci anche il dolce, ma tanto non sazia. Che il panino al prosciutto cotto, con quel lardo bianco incorniciato, non fa più effetto.
Nemmeno il profumo di pesto o di ragù di polpo, mentre si passeggia per i vicoli di Genova.
C'è fame di colpevoli.
Ricetta segreta per chi conserva sempre in frigo un pizzico di rancore. Che la giustizia, più o meno, è come lo zucchero. Che sia nel cedere il posto in un ascensore pieno o il ticket in macelleria, alla fine non manca.
Ma il rancore è per intenditori.
Sono quelli che lo spalmano a colazione dentro panini del giorno prima.
Pane rinsecchito, difficile da masticare, ma digeribile. Che se ti fermi a casa loro a dormire, te lo riscaldano in forno e le stanze profumano. E ti sembra vacanza. Quelle domeniche in cui non torni prima delle sei del mattino. Che è stata la vita a prenderti per mano mentre bevevi con gli amici. Ti ha portato sotto la Lanterna e ancora su, ancora più su verso Righi, a Forte Sperone. Contando le stelle, misurare il tuo grado di sopportazione del freddo e del silenzio. Voglia di scendere in centro e mischiarsi ai discorsi leggeri.
Ma è stata la vita a prenderti per mano.
Ma in quella casa che è la loro, il pane è sempre del giorno prima.
Tagliato a fette con ghigliottina da cucina e condita con granella di eroe.
Granella di pezzetti vissuti (ma anche no) rubati qua e là. Dove il giusto non gioca con sbagliato. Dove il golfino è sempre blu e le calze sono nere e coprenti. Dove la donna brutta fa meno paura e dove il talento uccide. Come gli assassini e in pieno giorno.
Fregatura di un sistema giudiziario che non ne prevede l'ergastolo. "A sti diversi, sta razza di strani che ci sono o ci fanno?". Che poi, le streghe non erano brutte?
Che inoltre, quante sono le bambine che si riconoscevano in Biancaneve e nella Bella Addormentata?
Contiamoci.
Distribuiamoci.
Dividiamoci.
Brindiamo con del Chinotto.
Che lo specchio è comunista, lo specchio sta dalla parte di tutte e c'è spazio, c'è spazio.
Ma tanto, lasciamo che sia la strega a guardarlo.

Già, ma chi è?


                                           http://youtu.be/JFHS0fFfYFM




















          

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. esco a bere un'aranciata

permalink | inviato da Franciccina il 18/1/2012 alle 15:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia dicembre        febbraio
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv