.
Annunci online

Una sigaretta con d'IO
Mezzogiorno
post pubblicato in diario, il 15 giugno 2009


 


Piove.
Genova quando piove si trasforma e rassomiglia a un cancro. Il traffico impazzisce, la gente sbuffa, gli ombrelli si scontrano, si perdono, si rompono. I cani abbaiano, le signore si lamentano della spesa troppo pesante, il mercato della frutta diventa una commedia comica, i semafori sembrano rimanere sempre rossi e i bambini calpestano le pozzanghere facendo gridare le mamme dalla scarpetta di velluto.
I ragazzi del Liceo camminano sotto la pioggia con il passo deciso, le ragazze si tengono per mano sfilando ad ogni attraversamento pedonale;i ragazzi dell’Università si riparano dentro qualche bar con la giusta scusa per un caffè di troppo mentre le ragazze restano in fila, sotto qualche riparo, ad aspettare che la pioggia non sciupi la piega da 30 euro di 2 gg prima o la scarpetta dalla punta dorata. C’è anche chi corre e chi non ha il tempo di pensare alla pioggia..ma questo non fa che alimentare la teoria di Boltzmann ,ovvero, il concetto di entropia cioè: di caos.
"Il caos - aveva detto- è la tendenza irreversibile di qualsiasi cosa: dall’atomo alle molecole, dai pianeti alle galassie". Ha uno scopo distruttivo e guai se tenti di combatterlo, di mettere ordine nel disordine , dare un senso a ciò che non ha senso : anziché diminuire aumenta. Perché assorbe l’energia che impieghi nello sforzo, l’energia della vita....

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. genova pioggia caos

permalink | inviato da Franciccina il 15/6/2009 alle 23:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia        luglio
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv