Blog: http://ConfidenzeNotturne.ilcannocchiale.it

Rimandare

"Rimandare" é mandare indietro anche se la tua vita si sposta in avanti. Nasci che sei già finito, hai una bella clessidra che ti scorre lungo la schiena. Non la senti e non la vedi. Imparerai a subirla. Lo sai bene che tutto cambia e che per rinascere hai bisogno di morire spesso. Un paio di volte alle medie quando scopri le differenze maschi-femmina, inizia tutto lì: la festa delle medie. Fai i conti con l'inadeguatezza, finisce che la indossi con disinvoltura. Mi hanno detto che la natura tende verso il caos. "Tutto intorno a noi é caos, sai?". No, non lo sapevo.

Mi sembrava invece che l'universo fosse ordinato e con il compito preciso di fare casino ogni tanto. Ed eccoci qui: se fa caldo andiamo verso il mare, se fa freddo verso i monti. Rispetta il semaforo rosso e non iniziare cose importanti né il martedì è nemmeno il venerdì. (Questo proverbio, alla fine, dipende sempre da quello che c'è sulle nostre teste, Marte&Venere). E allora guardo il cielo, resto con il naso all'insù. Buchi neri nelle mie vene azzurre (perché tutto il caos più matematico e letale può accadere qui dentro). Dicevamo? Rimandare, giusto. 
Mandare indietro, rinviare, restituire, rispedire. Fissare una nuova data?

Pubblicato il 2/8/2016 alle 15.54 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web